Archivi

Argilla

ARGILLA

Argille Europee

  • Argilla per Impasti ceramici
    l’argilla rappresenta l’ingrediente principale degli impasti ceramici e per la produzione di gres porcellanato adatti alla pressatura e alle tecnologie di trafilatura. Viene miscelata con altre sostanze opportunamente dosate fino al raggiungimento di un composto omogeneo.
  • Argilla per Engobbi e smalti
    l’argilla viene utilizzata anche per engobbi e smalti ossia composti che rappresentano un sottile rivestimento per supporti ceramici.
  • Argilla per Mattoni e maioliche
    l’argilla viene anche utilizzata come legante idraulico per la produzione di mattoni e maioliche.
  • Argilla per Fanghi Termali
    l’argilla viene utilizzata anche per la fangoterapia e viene chiamata peloide e venduta alle terme per le cure dermatologiche grazie alla sua proprietà assorbente, rimineralizzante e antiendemigene. Nello specifico, l’argilla F rappresenta il principale esempio di argilla venduto da C.B.C. ai centri benessere.
    Visualizza il certificato di analisi mineralogica e geotecnica di questo prodotto.

Argille Ucraine

Dal 2015, C.B.C. vende argille provenienti dall’Ucraina in particolare dalla regione di Dombass.
Queste argille sono caratterizzate da:.

  • colore molto chiaro;
  • livelli di plasticità molto elevati;
  • percentuale di Fe2O3 contenuta sotto 1%;
  • percentuale di Al2O3 compresa tra 21% e il 25%.
    Queste proprietà sono essenziali per la produzione di impasti da porcellanato bianchi e di lastre ceramiche.
    L’approvvigionamento delle argille Ucraine vendute da C.B.C. avviene attraverso navi di capacità pari a 25/30.000 tonnellate e viene stoccato a Ravenna in magazzini per la maggior parte coperti. Tale accorgimento permette di consegnare argille con umidità contenuta per tutto l’anno.
    Leggi le schede tecniche delle argille ucraine: Argilla AL23     Argilla AM 2510     Argilla SKT1    Argilla SKT2

Cos’è l’argilla?

L’argilla rappresenta un sedimento composto da minerali argillosi caratterizzati da proprietà fisiche e chimiche che aggiungono plasticità se mischiate con acqua e resistenza al calore se disidratata. Queste proprietà hanno condotto e ancora conducono molte aziende al successo nell’industria ceramica ed edile come è accaduto a C.B.C.

 

L’argilla per la Ceramica

In base alla composizione l’argilla può essere destinata per diverse tipologie di applicazioni finali. Le applicazioni più comuni riguardano il settore ceramico che sfrutta la principale proprietà dell’argilla: la plasticità necessaria per la formatura o foggiatura che consiste nel ridurre il materiale alla forma desiderata prima di consolidarlo in modo irreversibile nelle lavorazioni successive ovvero macinazione, pressatura/trafilatura, essiccatura e cottura.
Maggiore è la capacità dell’argilla di assorbire e trattenere acqua, maggiore è la sua plasticità ovvero la capacità di trasformare più o meno facilmente la materia prima in una massa pastosa che può essere modellata a temperatura ambiente senza rompersi o screpolarsi.
La produzione italiana, storicamente, legata alla ceramica e ai materiali refrattari è gradualmente diminuita a causa della maggiore concorrenza delle materie prime provenienti dall’estero (principalmente Ucraina e Turchia).